La difficile ricerca della casa perfetta trova nuovi alleati

Affittare o, a maggior ragione, acquistare una casa è un passo molto importante della propria vita, un passo che il più delle volte porta con sé cambiamenti radicali che vorremmo gestire al meglio per non dover confrontarci in futuro con delusioni, ripensamenti, rimpianti. In questo periodo le offerte di immobili sul mercato sono tante, così, successivamente alla decisione di mettersi in cerca, ci si trova subito immersi in una moltitudine di annunci su internet, volantini, riviste, privati e agenzie.

 

Fin dall’inizio sappiamo che è necessaria tanta pazienza per trovare la casa dei sogni, sia nella nostra città che addirittura in una nuova, e selezionare un quartiere o una zona che si abbinino al nostro stile di vita e che vadano incontro ai nostri bisogni in modo da potersi godere i nuovi dintorni, può rivelarsi impegnativo alla stregua di un secondo lavoro. Ma davvero abbiamo il tempo e le energie per condurre la ricerca perfetta? A quante agenzie ci siamo rivolti? Con quanti intermediari abbiamo preso appuntamento?

Two generation family looking at a house for sale

Certo, molte abitazioni incontrano i requisiti, soprattutto economici, che cercavamo, ma fuori dall’abitazione cosa c’è? Cosa succede attorno a noi? I parametri che ci interessano della zona in cui andremo a vivere possono essere i più disparati: per prima cosa, magari, controlleremo che siano presenti i servizi principali, i negozi di prima necessità. Farmacie, posta, scuole, negozi, supermercati. Vorremo capire se siamo in un’area in espansione o in via di riqualificazione – sicuramente ottimi segnali di sviluppo e di rivalutazione dell’immobile – se è servita adeguatamente dai mezzi pubblici, ma sarà altrettanto importante tenere in considerazione se esiste anche la possibilità di poter raggiungere a piedi i luoghi utili quotidianamente (luogo di lavoro in primis, ma anche palestre, luoghi di culto, piscine, luoghi di ritrovo), soprattutto nel caso che in famiglia ci siano dei bambini.

 

E ancora, che tipo di traffico mi troverò sotto la finestra? Quanto sono importanti le aree verdi? Forse sarebbe opportuno conoscere meglio il quartiere e visitarlo in orari diversi, di mattina, di pomeriggio e di notte. Rumorosità, servizi, collegamenti, pulizia, sicurezza sono tutte cose che dovrei valutare prima, ma quanto tempo ci impiegherò? Oltre ai dati delle agenzie, ai sopralluoghi in prima persona, alle chiacchiere con i futuri vicini di casa, quali sono le altre fonti di informazioni che potrei consultare e dove le trovo? Evidentemente, in una decisione cruciale quale il trasferimento in una nuova abitazione, i quesiti e i dubbi sono infiniti.

 

I tempi però stanno cambiando e grazie alla diffusione sempre più ampia di “open data” – i “dati aperti” sono dati che possono essere liberamente utilizzati, riutilizzati e ridistribuiti da chiunque – c’è già chi, tramite l’interoperabilità, la capacità di combinare una base di dati con altre, è in grado di farci capire se tutto ciò che è presente nell’area della nostra futura casa sia in linea con il nostro concetto di qualità della vita. Perché il punto cruciale di un bacino di dati accessibili e utilizzabili in modo condiviso è il fatto che potenzialmente possono essere liberamente incrociati con dati provenienti da fonti anch’esse aperte, come i sensori in tempo reale, gli indici ambientali, internet degli oggetti (IoT) o i dati provenienti da crowdsourcing.

 

In questo modo, quando cerchiamo una zona in cui andare a vivere davvero corrispondente alle nostre esigenze (dai parchi alle piste ciclabili alla stagionalità del traffico), con tutti i requisiti fondamentali di nostro interesse, presto ci sarà chi potrà dirci in che misura essi sono presenti e, ancor più importante, dove esattamente trovarli in quella città. Nessuno può sapere meglio di sé stesso cosa sta cercando, ma avere a disposizione la cartina di tornasole con tutte le informazioni può davvero rivoluzionare la ricerca e i tempi per condurla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *